domenica 22 settembre 2013

La Rose di Bagdad



Amin, suonatore  alla corte del sultano a Baghdad, è innamorato della principessa Zeila che lo 

ricambia, ma il perfido visir Jafar, che vede nel matrimonio con Zeila il mezzo per 

impadronirsi del regno, ben sapendo che la principessa non lo acconsentirebbe mai alle 

nozze, 

si fa aiutare dal potente mago Burk per eliminare Amin che gli intralcia la strada verso il 

potere. Il malvagio Burk cerca infatti, con i suoi terribili incantesimi, di togliere di mezzo il 

giovane flautista. Neanche i tre ministri consiglieri del sultano, i buffi Zirco, Tonko e Zizzibè, 

bonaccioni e altrettanto pasticcioni, riescono a proteggere la principessa e cadono essi 

stessi 

vittime di un maleficio che deve renderli innocui. Ma la bontà di Amin, aiutato dalla magia 

buona di una sconosciuta mendicante, cui aveva fatto un giorno la carità, verrà premiata e il 

ragazzo riuscirà a sconfiggere il cattivissimo visir e il suo mago. Tutti i malefici si sciolgono e 

Amin e Zeila possono convolare a nozze.

Nessun commento:

Posta un commento