sabato 21 settembre 2013

Grammatica Lingua Araba

Grammatica Lingua Araba
Gli articoli
Determinativo\indeterminativo
L’arabo ha un solo articolo determinativo al- , che si lega al sostantivo che lo segue e che si usa indistintamente nel caso di singolare, plurale, maschile e famminile. 
Quando l’articolo precede una parola che comincia con lettera SOLARE, la- l si assimila acquistando il valore fonetico di questa lettera solare.
Le lettere "solari" sono: ﺕ (ta), ﺙ (tha), ﺩ (dal), ﺫ (dhal), ﺭ (ra), ﺯ (zay), ﺱ (sin), ﺵ (shin), ﺹ (sad), ﺽ (dad), ﻁ (ta), ﻅ (za), ﻝ (lam) ﻥ (nun); ). Si avrà così "ash-shams" (il sole), "ar-rajul" (l'uomo), "an-nūr" (la luce) ecc;
Le lettere "lunari" sono: ﺍ (alif), ﺏ (ba), ﺝ (gim), ﺡ (ḥa), ﺥ (kha), ﻉ (ʿayn), ﻍ (ghayn), ﻑ (fa), ﻕ (qaf), ﻙ (kaf), ﻡ (mim), ﻩ (ha hafifa), ﻭ (waw), ﻱ (ya mentre si avrà "al-qamar" (la luna), "al-kitāb" (il libro), "al-bint" (la ragazza),
Se preceduta da vocale, la a- dell’articolo cade. Cosi “saribtu ash-shayy”, pronunciato, “sharibtu sh-shayy” (bevvi il te), anche se la grafia resta immutata.
Laggettivo che si riferisce a un sostantivo che ha l’articolo prende anch’esso l’articolo al-: “al-funduq al kabir (l’albergo grande).
Se un sostantivo non ha l’articolo al- è indeterminativo, a meno che non faccia parte di uno STATO COSTRUTTO, un sintagma genitivale formato da due o piu sostantivi ciascuno dei quali specifica quello precedente come in un complemento di specificazione.

I sostantivi
In arabo ci sono due generi: maschile e femminile. Dal sostantivo maschile spesso si ricava quello femminile aggiungendo una –a.
Tabib (dottore)- tabiba(dottoressa)
Zawq(marito)- zawqa(moglie)
Non tutti i sostantivi però terminano con un a. In questo caso si tratta sopratutto di termini che indicano esseri viventi femminili, come per es. Umm (madre), bint (figlia), ukht (sorella), ma anche sostantivi come khamr (vino) e harb (guerra).
L’ arabo ha tre casi: nominativo, accusativo e genitivo. Il genitivo si usa spesso, in quanto serve anche per formare sostanativi composti.
La costruzione del genitivo
Un sintagma genitivale si costruisce mettendo uno di seguito all’altro due sostantivi. Il primo, detto REGGENTE viene specificato dal secondo (detto RETTO) declinato al genitivo, che puo essere a sua volta specificato da un terzo sostantivo al genitivo (e detto RETTO anche in questo caso) e via di seguito.
Il sostanttivo REGGENTE non prende mai l articolo al-
Babu sayyaratin (una portiera dell’ auto) o
Babu s-syyarati (la portiera dell’ auto)
La costruzione del plurale
L’ arabo ha due costruzioni del plurale : una detta SANA e cioè regolare, e l’altra detta FRATTA , ovvero irregolare. Nella costruzione regolare del plurale, ai sostantivi maschili si aggiunge il suffisso –un e a quelli femminili -at.
Mu’allim- mu’allimun (maestro/maestri)
Mu’allima-mu’allimat (maestra/maestre(
Accanto al singolare e al plurale l’arabo ha un terzo NUMERO il duale.
Questo si usa per indicare due esseri viventi o due cose.
La forma duale si costruisce aggiungendo la desinenza -an a un sostantivo singolare.
Mu’allim – mu’alliman (maestro/due maestri)
Gli aggettivi
L’ aggettivo segue il sostantivo e concorda con esso nel genere e nella determinazione. Se il sostantivo è determinato, allora anche l’aggettivo prende l’ articolo al-, e se il sostantivo e femminile anche l’ aggettivo prende la desinenza –a.
Ma’tam galiyy (un ristorante caro)
Al-mat’amu l-galiyy (il ristorante caro)
Hadiyya galiyya (un regalo caro)
Al-hadiyyatu l-galiyya (il regalo caro)

I pronomi personali
Prospetto dei pronomi personali
Singolare
Io – ana انا
Tu(m)- anta انت
Tu(f)- anti انت
Egli- huwa هو
Ella- hiya هي
Plurale
Noi- nahnuنحن
Voi(m) antumانتم
Voi(f) – antunna انتن
Essi – humهم
Esse – hunna هنَ
Come in italiano, anche nella lingua araba è sufficiente usare la forma del verbo senza esplicitare il relativo pronome personale, cioè per dire HO SCRITTO si dice katabtu e non ana katabtu.il pronome personale viene usato esclusivamente per dare enfasi.

I pronomi possessivi
Singolare
Mio -i ي
tuo (m) –ka كَ
Tuo (f) – ki ك
Suo(di (lui) –hu ه
Suo (di lei) –ha ها
Plurale
Nostro -na نا
Vostro (m) - kum كم
Vostro (f) –kunna كن
Loro (m) –hum هم
Loro (f) – hunnaهنَ
I pronomi possessivi vengono attaccati come suffissi ai sostantivi , per indicare l’appartenenza. I sostantivi determinati che hanno un pronome possessivo perdono l articolo al- :
bayt-i (la mia casa)
funduq-na (il nostro albergo)
I pronomi e gli aggettivi dimostrativi
Maschile . .Femminile . .Plurale.
questo/questa hada . هذا .hadihi . هذه ha ulaهؤلاء
quello/quella dalika . ذلك .tilka . تلك ula ikaاولئك
Nel significato di aggettivi ( questa/questo/quello/quella). I dimostrativi precedono i sostantivo
Hada I-funduq (Questo albergo)
Nelle frasi nominali (in arabo senza verbo), i dimostrativi svolgono la funzione di pronomi e corrispondono all’italiano (questo/a è) ( questi/e sono ...)
Hada funduq. (Questo e un albergo)

I pronom interrogativi
Chi? - manمن
Dove? - aynaاين
Che cosa? – mada ماذا
Quando?- mata متى
Perche? – limada لماذا
Come ? – kayfaكيف
Quanto? – kamكم
Le frasi interrogative non introdotte da un pronome interrogativo iniziano con la particella هل hal.
Hal anta marid? (Sei malato?)

Il verbo
L’ infinito
A differenza dei dizionari italiani , in cui i verbi sono elencati all’infinito, sui dizionari arabi i verbi si trovano elencati nella forma alla 3 persona singolare

Il presente
Il presente si forma aggiungendo prefissi e suffissi.

Il singolare
Capisco .afhamu افهم
(tu)(m) capisci .tafhamuتفهم
(tu)(f) capisci .tafhamina تفهمين
(egli) capisce .yafhamu يفهم
(ella) capisce .tafhamuتفهم

Il plurale
(noi) capiamo .nafhamuنفهم
(voi)(m) capite .tafhamunaتفهمون
(voi)(f) .tafhamnaتفهمن
(essi) capiscono . yafhamuna يفهمون
(esse) capiscono . yafhamnaيفهمن

Il passato
Il tempo passato arabo che corrisponde al passato prossimo e al passato remoto dell'italiano si forma aggiungendo diverse desinenze
Il singolare
(io) ho capito/capii . .fahimtu فهمت
(tu) (m) hai capito/capisti . fahima فهمت
(tu) (f) hai capito /capisti . fahimit فهمت
(egli) ha capito, (egli) capi .fahima فهم
(ella) ha capito, (ella) capi .fahimt فهمت
Il plurale
(noi) abbiamo capito/noi capimmo .fahimna فهمنا
(voi) (m) avete capito/(voi)(m) capiste .fahimtum فهمتم
(voi)(f)avete capito/(voi)(f) capiste . fahimtunna فهمتن
(essi) hanno capito/capirono .fahimu فهموا
(esse) hanno capito/capirono

Il futuro
Il futuro si costruisce anteponedo il prefisso sa- alla coniugazione del presente
Il singolare
(io) capirò .sa-afhamu سافهم
(tu)(m) capirai . sa-tafhamu ستفهم
(tu)(f) capirai . sa-tafhamina ستفهمين
(egli) capirà . sa-yafhamu سيفهم
(ella) capirà . sa-tafhamuستفهم
Il plurale
(noi) capiremo .sa-nafhamuسنفهم
(voi)(m) capirete . sa-tafhamuna ستفهمون
(voi)(f) capirete . sa-tafhamna ستفهمن
(essi) capiranno sa-yafhamuna سيفهمون
(esse) capiranno sa-yafhamna سيفهمن

La negazione
Per rendere negativo un verbo al presente basta anteporre la particella la.
La yasrabu shayy. (Non beve te)
Per rendere negativo un verbo al passato basta anteporre la particella ma.
Ma sariba shayy. (Non bevve te/non beveva te)

La sintassi
In una frase verbale (provvista di verbo), il verbo si trova all inizio, prima del soggetto, e concorda con esso nel genere ma non nel numero.
Katab al-mu’allim. (Il maestro ha scritto/scrisse/scriveva)
Katabat al-mu’allim. (La maestra ha scritto/scrisse/scrivevano)
Katab l-mu’allimun. (I maestri hanno scritto/scrissero/scrivevano)

La frasi nominali, , i verbi ESSERE e AVERE
Nella lingua araba non esiste un equivalente del verbo essere al presente.
Ana mu’allim . (sono un maestro)
Se il predicato e costituito da un aggetivo, questo ricorre senza articolo e concorda per genere con il sostantivo cui si riferisce.
Al-funduqu gamil. (l albergo(è) bello).
Binti kabira. (Mia figlia (è) alta).
Nemmeno il verbo avere ha un equivalente in arabo che ricorre quindi alla seguente costruzione:
preposizione IND (presso) + pronome possessivo per il verbo avere nel senso di possedere
Il singolare
(io) ho .indi عندي
(tu)hai (m) indaka عندك
(tu) hai (f) indaki عندك
(egli)ha indahu عنده
(ella) ha indaha عندها
Il plurale
(noi) abbiamo indana عندنا
(voi) avete (m) inakumعندكم
(voi) avete (f) indakunna عندكن
(essi) hanno indahum عندهم
(esse) hanno indahunna عندهن
Preposizione MA (con) + pronome possessivo per il verbo avere nel senso di avere con se.
Il singolare
(io) ho ma i معي
(tu) hai (m) ma ak معك
(tu) hai (f) ma ikمعك
(egli) ha ma hu معهٌ
(ella) ha maha معها
Il plurale
(noi) abbiamo ma na معنا
(voi) avete (m) ma kum معكم
(voi) avete (f) ma kunna معكن
(essi) hanno ma hum معهم
(esse) hanno ma hunna معهن
Indahu ibn. (Ha un figlio ; letteralmente : presso di lui, un figlio) ma ka sayyara. ( Hai un auto ; letteralmente : Con te un auto)
Le preposizioni
Alle preposizioni segue sempre il genitivo.
Su .ala على
Presso, da .ind عند
Fino a .hatta حتى
Per .li ل
Dietro . wara وراء
In . fi في
Con . ma مع
Con, attraverso .bi ب
Dopo . ba d بعد
Verso, a (di luogo) .ila الى
Da, a partire da . mundu منذ
Sopra . fawq فوق
Sotto .taha تحت
Da, da parte di .min من
Prima di, fa .qabl قبل
Davanti a, di fronte a (di luogo) .amam امام
Analogamente al verbo avere i suffissi possessivi possono essere aggiunti direttamente anche alle preposizioni.
Amami (davanti a me )
Li (per me)

Nessun commento:

Posta un commento