mercoledì 25 settembre 2013

Casa Di Abramo


La città di Nassiriya è il capoluogo della provincia di Dhi-Qar. È situata a circa 375 chilometri a sud della capitale Bagdad, al centro di una regione agricola nota per la produzione dei datteri . Fondata nel 1870 dallo sceicco Nasir Sadum, è situata sul fiume Eufrate. La città ospita anche uno dei musei più importanti di tutto il Medio Oriente per la sua collezione di reperti sumeri, assiriti e babilonesi. Nelle sue vicinanze sorge il sito archeologico dell’antica città di Ur, l’antica capitale dei Caldei, e, secondo la Bibbio, città natale di Abramo. E nel sito archeologico c’è anche una «casa di Abramo».
“Gli scavi hanno rivelato un importante sito databile al III secolo a.C. ”  “il sito, denominato Umm al-Aqarib , consiste di un luogo per il culto, alcune unità abitative, e circa 600 reperti archeologici, consegnati al Museo Nazionale Iracheno.” I siti archeologici nella provincia di Dhi-Qar, alcuni dei quali stupefacenti, risalgono all’antica Mesopotamia: alcuni appartengono all’età sumerica, altri a quelle accadica, babilonese, achemenide, sasanide o islamica; inoltre è presente la più antica collina rilevante da un punto di vista archeologico, la Al-Obali Hill, risalente circa al 6000 a.C
Il sito è importante nella storia dell’umanità: vi appartengono infatti l’antica città di Ur, il luogo di nascita del profeta Ibraim al-Khalil (Abramo), il luogo del primo Diluvio, il re Ornmo che compose la prima legge della storia, una ziggurat, un cimitero reale che comprende il più grande tesoro al mondo (risalente all’età sumerica), la regina Shaabad, e infine il più antico luogo di culto al mondo.
Della provincia fa parte inoltre il regno di Lagash, il cui leader rivoluzionario Urukagina cancellò le tasse e stabilì che le persone di tutte le classi sociali dovessero avere uguali diritti, e dove la parola ‘Libertà’ fu usata per la prima volta nella storia.
Tra gli antichi sovrani di Dhi-Qar ci fu anche Antmina, il re che decise la costruzione del primo canale artificiale per collegare il fiume Tigri con la città di Lagash, dando così vita al primo progetto di irrigazione al mondo.

Nessun commento:

Posta un commento